Ospedali, ecco il risiko dei tagli: scure su Trapani, premiata Catania

Ospedali, ecco il risiko dei tagli: scure su Trapani, premiata Catania

18/07/2018 0 Di redazione

La nuova rete ospedaliera targata Musumeci cancella 196 poltrone da primario (89 nel pubblico, 107 nel privato) e ne istituisce 26 rispetto al piano Crocetta. Una sforbiciata imposta da Roma per allinearsi al decreto Balduzzi che prevede un primario ogni 17,5 posti letto: oggi la Sicilia ne ha uno ogni 15. Il taglio porterà a risparmiare 2 milioni di euro di indennità di direttore di reparto. Inoltre le unità “declassate” prevedono un numero inferiore di camici bianchi che passano da 8 a 4. La provincia più “penalizzata” – come spiega Repubblica in edicola, che fornisce il dettaglio delle poltrone cancellate – è Trapani, che perde 19 primariati. Ma anche negli ospedali palermitani arriva la scure: Il Civico perde 10 unità, Villa Sofia-Cervello 9, ma molte erano solo sulla carta.

Il nuovo potere della sanità guarda molto al Catanese e alla Sicilia Orientale, terre del governatore Nello Musumeci e dell’assessore alla Salute Ruggero Razza. Ridimensionata invece la provincia di Trapani, che con l’ex assessore Baldo Gucciardi si era vista aumentare reparti e salvaguardare diversi piccoli ospedali.

Spread the love
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •