Mondiali, goleada Russia: Arabia Saudita travolta 5-0, Golovin show Il debutto tra Putin e Robbie Williams

Mondiali, goleada Russia: Arabia Saudita travolta 5-0, Golovin show Il debutto tra Putin e Robbie Williams

14/06/2018 0 Di redazione

Il Mondiale senza Italia inizia con una partita che mette ancora più malinconia. La Russia batte 5-0 l’Arabia Saudita in una gara che mette a nudo tutti i limiti fisici, tecnici e tattici dei «verdi» che avevano tenuto a battesimo Roberto Mancini dopo il disastro epocale di Giampiero Ventura.

Il Mondiale è così: nella prima fase si cercano le storie, si inizia a fare sul serio dagli ottavi. Ma noi, purtroppo, non ci saremo. Al massimo possiamo provare a portare in serie A qualche talento. Per esempio Aleksandr Golovin, il talentino che piace alla Juventus. È entrato in quattro gol su cinque, servendo due cross perfetti in occasione del primo e del terzo, aprendo il campo sul secondo e segnando in proprio il quinto con una punizione telecomandata. Il Cska Mosca chiede 25 milioni ma se continua così aumenteranno.

Più che una partita, è stato un allenamento. Come può prendere gol la squadra con l’altezza media più bassa di tutto il Mondiale? Su palla alta, naturalmente. Cross, appunto, di Golovin girato in porta da Gazinskyi, che prima si libera di puro fisico della marcatura avversaria. Su quel gol, arrivato presto, la Russia vive di rendita: i sauditi fanno tiki taka senza dare mai profondità all’azione e, quando perdono il pallone, non hanno marcature preventive che permettano di assorbire il danno. È ancora un’iniziativa di Golovin a scoperchiare la difesa e permettere a Cheryshev – entrato al posto dell’infortunato Dzagoev – di segnare il 2-0 al termine di un movimento senza vera opposizione in area di rigore.

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •